Server DMR per Protezione Civile

Eccomi dopo un breve pausa natalizia, con un nuovo articolo sulla tecnologia. Non sono un radioamatore, ma uno “smanettone” sperimentatore quello di sicuro, ed allora mi sono messo a cercare un software e un hardware che potesse fare quello che i radioamatori fanno da tempo con il loro server SvxLink, Echolink, Allstar…etc etc, e gli hotspot MMDVM, e cioè collegare via internet vari ponti radio, e se non raggiungibili in “diretta” utilizzare un hotspot MMDVM, basati per la maggior parte su interfaccia PI-Star. Non staro’ qui a spiegarvi cosa sono, potrei dire delle “castronerie” quindi mi limito a dirvi…che sono riuscito a replicare quello che fanno i radioamatori, anche in ambito “civile”, NON utilizzando ovviamente nessun nominativo/ID DMR o altro, ma sempre in maniera legale, ed usando frequenze legali/libere.

Tra i vari modem/hotspot usati dai più ce ne è uno che si chiama Openspot della SharkRF, azienda della Estonia che ha creato questo hotspot che oltre a contenere i vari protocolli di decodifica dei segnali (DMR, C4FM, D-STAR, NXDM…) e contenere i protocolli usati dei server dei radioamatori (BrandMeister, YSFReflector, FCS…)

 

 

udite udite, ne ha creato uno proprietario che permette di creare una propria rete privata usando il loro server opensource.

Vi faccio un esempio concreto. Non sono un radioamatore, abito a Milano, ma vorrei parlare con il mio amico della Protezione Civile che abita a Roma nemmeno lui radioamatore, o lo chiamo al telefono oppure gli faccio comperare un hotspot e ci parliamo “in diretta” !

Occorre configurare uno degli hotspot come “Server” :

 

e uno come “Client”

inserendo come indirizzo IP del server dell’ hotspot server (occorre cercare ovviamente l’indirizzo IP Pubblico del proprio WIFI e controllare che la porta 65100 sia aperta). Salvare e iniziare a parlare !

Io e il mio amico ci sentiremo in diretta a centinaia di km di distanza senza avere nessun ponte radio in mezzo, ma sfruttando Internet!

Ok, si bravo direte…ma se siamo in 3 ? Nulla di più semplice, installiamo il server OpenSource che è rilasciato da loro stessi:

Praticamente il server fa da “gateway” tra i client connessi. Praticamente gli hotspot vanno configurati tutti come client che puntano al server, e quando uno parla gli altri ascoltano, come se fosse un vero “ponte radio”. La cosa simpatica è che se qualcuno degli amici ha una radio che fa C4FM ad es. e io sono il DMR, ci pensa il server a fare la “conversione” quindi per tutti e due sarà trasparente la comunicazione, si vedrà solo sul server in che “Mode” si sta comunicando. Provato anche questo e funziona alla grande !

Se proprio vogliamo trovare una pecca…occorre usare il loro OpenSpot, e non di altri, che proprio economico non è (350€ + iva), ma se pensate che per un ponte radio professionale, dovete partire da almeno 1500€ (senza antenna, duplexer, cavi, location, etc etc) e non vi coprirebbe comunque le distanze geografiche come vi ho descritto io …la spesa vale la resa come si suol dire.

Se qualcuno che mi legge ha questo hotspot e vuole provarlo a collegarlo al mio server, mi scriva pure che facciamo delle prove di collegamento, oppure ha bisogno di approfondire sono a disposizione.

Pierluigi